Loading...

Follow Architempore on Feedspot

Continue with Google
Continue with Facebook
or

Valid

Comprare casa è uno dei traguardi del nostro secolo. Che stiamo comprando una casa da soli, per la famiglia che si allarga, da un’agenzia immobiliare o da un privato, la scelta e il successivo acquisto sono momenti stressanti e, spesso, poco chiari. Ecco i miei consigli da professionista su cosa controllare prima di comprare casa!

Durante il sopralluogo porta un tecnico scelto da te in grado di aiutarti nella scelta, per capire da subito potenziale ed eventuali aspetti da considerare della casa che stai visionando.

È uno dei servizi che offriamo come impresa edile e studio di architettura! Scopri di più.
In che zona si trova?

La zona in cui è collocata una casa è un aspetto più importante della casa stessa. Circoscrivere l’area in cui si vuole cercare è fondamentale per controllare i servizi di quartiere: negozi, scuole, trasporti pubblici, parchi e parcheggi. Bisogna capire quali sono le proprie aspettative ed abitudini in relazione al quartiere.

Di chi è la proprietà?

Un argomento spinoso che va affrontato come secondo step: chi è l’effettivo proprietario della casa? Una volta individuata una casa, bisogna subito capire se possono esserci intoppi relativi alla proprietà e alla vendita.

Ci sono difformità o mancanze nelle documentazioni?

Anche questo aspetto va controllato. Bisogna accertarsi che i documenti relativi alla casa siano in regola e conformi allo stato dei luoghi. Se sono presenti difformità tra l’esistente e quanto depositato in Comune o al Catasto e se sono stati realizzati abusi edilizi è chi vende che se ne deve fare carico.

Qual è l’effettivo valore

Un argomento molto spinoso: l’ideale è affidarsi ad una consulenza esterna di un tecnico esperto, magari da portare con sè già in fase di sopralluogo. Gli aspetti da considerare per valutare un’abitazione sono la zona e si suoi servizi, come scritto sopra; le caratteristiche interne, quali superfici, finiture, luminosità, vista e piano; lo stato di manutenzione dell’immobile e gli spazi comuni.

Qual è la classe energetica?

L’attestato di prestazione energetica (APE) è obbligatorio in qualsiasi atto notarile di compravendita e si estende a tutti gli edifici esistenti. Chi vende deve preoccuparsi di farlo realizzare da un tecnico abilitato. Per tutti gli edifici di nuova costruzione la classe energetica minima prevista per legge è la Classe B.

Qual è lo stato dell’immobile?

Occorre verificare lo stato di manutenzione della casa, in caso si acquisti una casa da ristrutturare. Bisogna controllare che gli impianti siano a norma, funzionanti e che ci siano a disposizione le certificazioni di conformità.

Sono previsti interventi condominiali?

Anche questo aspetto non è da sottovalutare. Al giorno d’oggi sempre più condomini approfittano dei bonus per il miglioramento energetico degli edifici e investono in cappotto termico e rifacimento della copertura. Questo e altri sono tutti interventi di manutenzione straordinaria che è fondamentale considerare tra le spese da sostenere: è quindi meglio accertarsi sulle spese programmate.

Hai le idee chiare? Per una consulenza personalizzata

CONTATTAMI

Scopri altri articoli utili:

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino!

L'articolo Cosa controllare prima di comprare casa proviene da Architempore.

  • Show original
  • .
  • Share
  • .
  • Favorite
  • .
  • Email
  • .
  • Add Tags 

Un elemento che non possiamo davvero trascurare quando si tratta di casa. Se per il caldo ci sono alternative green al condizionatore, per evitare zanzare ed insetti possiamo solo munirci di zanzariere. Esistono tantissime tipologie diverse, a seconda del colore, dell’apertura e del tipo di tessuto.

Ecco una piccola guida per scegliere il tipo di zanzariera migliore per la tua casa!

Zanzariere per chi vive in affitto

Le zanzariere rientrano nella manutenzione ordinaria e quindi possono essere a carico dell’inquilino. In questo caso potrebbe essere conveniente installarne un modello semplice da togliere, che non danneggia il serramento esistente e dal costo contenuto.

credit: MV Line

Sicuramente un tessuto in rete di nylon, adeguatamente trattata per resistere ai raggi UVA è la scelta migliore in questo caso. Il telaio può essere in PVC o alluminio verniciato e viene montato a incasso nella guida della tapparella, senza tasselli.

Zanzariere per chi ama il design

La zanzariera di uso più comune è quella mobile, indicata per le principali stanze della casa, sia per porta finestre che finestre. Esistono modelli con sistema di avvolgimento a rullo sia verticale che orizzontale, modelli scorrevoli con rete plissè e modelli ad incasso che si nascondono perfettamente nell’infisso.

credit: Mv Line

Il modello e il materiale vanno scelti in base alla frequenza di apertura: in generale le zanzariere per porta finestra sono più soggette ad usura. In questo caso è opportuno installare anche un meccanismo di frizionamento,optare per un telaio in alluminio estruso, con rete in fibra di vetro resistente agli agenti atmosferici e, in caso di avvolgibile a rullo, un modello che presenti un cassonetto ad incasso.

Per chi vive in una situazione condominiale deve prestare attenzione ai modelli approvati in assemblea: modello, materiale e colore potrebbero essere soggetti a vincoli precisi.


Zanzariere senza barriere architettoniche

In questo caso la soluzione ideale è realizzare zanzariere su misura, scegliendo un modello che sia completamente incassato. Evitare il classico “gradino” del telaio è adatto per chi ha problemi di mobilità di qualsiasi tipo e per tutti gli amanti del minimalismo.

credit: Mv Line Zanzariere per sottotetti e seminterrati

In caso di finestre che vengono aperte raramente o di spazi dove le finestre sono ad apertura motorizzata conviene installare una zanzariera fissa. È l’ideale per situazioni come sottotetti e seminterrati abitabili, dove è consigliato anche installare una rete in acciaio inox che sia anti roditori e uccelli.

Zanzariere per chi ha animali

Chi vive con cani o gatti sa che le zanzariere per la porta finestra possono essere un problema. Per ovviare a questo problema si possono installare le zanzariere magnetiche: due teli che si uniscono tramite un sistema di telaio a magneti. In questo modo gli animali possono entrare ed uscire senza sfondare la barriera: è opportuno fare addestramento in questo caso!

credit: tirichiamo.it

Un’altra soluzione valida è quella di installare zanzariere a battente, con classica apertura: in questo caso si può realizzare anche una gattaiola nella rete, permettendo il passaggio dei gatti. E con un chip si può fare in modo che sia solo il proprio gatto a entrare! I teli invece è consigliato sceglierli con telo antisfondamento (pet screen) in PVC, che sia resistente agli urti e ai carichi e possa quindi resistere anche alle unghie dei gatti.

Zanzariere per chi vuole oscurare

Le zanzariere possono anche avere funzione oscurante, con l’utilizzo di tessuti oscuranti o con la scelta di modelli che integrano zanzariera e tapparella. Un accessorio interessante da installare in questo caso è il sensore luminoso, che anche al buio ci avvisa della barriera cui stiamo andando incontro!

Zanzariere per chi è allergico ai pollini

Per chi soffre di allergie stagionali la zanzariera con rete anti polline potrebbe fare la differenza: un brevetto tedesco tra gli altri, il Polltec, è una rete con struttura molecolare che è in grado di bloccare i pollini e altri allergeni che in primavera sono nell’aria.

credit: MV Line Stai pensando di ristrutturare casa? Ecco qui altre idee:

Piastrelle facili da pulire: scegliere il pavimento

Come individuare lo stile di arredamento giusto per te

Vuoi ristrutturare casa? Ecco l’impresa edile per te

Architempore srl

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino!

L'articolo Zanzariere per una casa moderna e di design proviene da Architempore.

  • Show original
  • .
  • Share
  • .
  • Favorite
  • .
  • Email
  • .
  • Add Tags 

Separate tags by commas
To access this feature, please upgrade your account.
Start your free month
Free Preview